L’utilizzo delle Sibille è immediato e divertente, alla portata di tutti. Può forse sembrare una follia poter conoscere il futuro leggendo le carte, ma si può tranquillamente dimostrare il contrario con un po’ di pazienza, spirito di conoscenza e concentrazione. Chi possiede o decide di comprare un mazzo di sibille può mettersi sulla strada per predire il futuro con una precisione minuziosa.  Tre devono essere le cose che contraddistinguono il cartomante nella lettura della Sibilla:

 

●  Conoscenza: la conoscenza delle Sibille nelle immagini e nei significati.

●  Intuizione: la capacità di percepire le cose non ovvie, di seguire l’istinto e l’inconscio;

●  Relazione: il contatto e l’affinità che si sviluppa con il Consultante e la Sibilla stessa.

 

Nei vari significati di ogni singola sibilla troverete il modo chiaro e conciso per le basi della Conoscenza. L’Intuizione infatti è insita in ciascuno di noi e per quanto riguarda la Relazione, essa si sviluppa inevitabilmente con l’esperienza.

 

Altair

 

La storia

 

 

La Sibilla è di origine francese. Tra il XVIII e il XIX secolo questa forma di divinazione era assai popolare; diffusa e utilizzata praticamente ovunque, ma in modo particolare a corte e nei salotti dei letterati ed intellettuali. Alle origini, vi era la divinazione con un normale mazzo di carte, detto “a semi francesi” (cuori, quadri, fiori e picche). Molto presto alle carte normali, si sovrapposero immagini che dipingevano scene di vita quotidiana, molto legate alle esperienze personali. Queste raffigurazioni vennero commentate ciascuna con una frase, una definizione che caratterizzava l’immagine stessa impressa sulla Sibilla, fornendone così una prima spiegazione significante.

 

 

La Divinazione

 

 

La Divinazione con le Sibille è meno conosciuta di quella tramite i Tarocchi, anche se praticata dalla maggior parte dei cartomanti. I Tarocchi storicamente sono legati di più alla tradizione esoterica e misteriosofica, soprattutto nel mondo anglosassone, mentre nelle Sibille hanno avuto una diffusione soprattutto nell’Europa Continentale. Inoltre, in una distinzione che oggi si è persa e che comunque risulta anacronistica, le Sibille erano utilizzate in modo maggiore dalle donne, mentre i Tarocchi stranamente venivano considerati più maschili. In realtà la caratterizzazione essenziale delle Sibille è insita nella quotidianità e familiarità delle immagini, contrapposta alla simbologia invece astratta dei Tarocchi. Sibille e Tarocchi vengono considerati, in un certo senso, le due anime complementari della Cartomanzia.

torna su

 

La Stesa Cartomantica

 

 

Questo metodo divinatorio è molto adatto per avere un’idea generica di come si svilupperà la vita del Consultante, senza che questi debba porre una domanda precisa.

Dopo aver mescolato con cura il mazzo di carte delle Sibille (e dopo aver fatto tagliare il mazzo al consultante), se ne estraggano quattro e si dispongano a quadrato; la prima in alto a sinistra, procedendo in senso antiorario.

 

 

 

1

 

2

 

3

 

4

 

 

Le carte rimanenti invece vengono mescolate dal consultante che ne mette altre 4 sopra quelle già disposte, nello stesso ordine. Si procede poi a rivelare le carte cominciando dallo strato superiore e tenendo ben presente che:

 

a) Il primo mazzetto in alto a sinistra rappresenta il campo degli affari e del denaro.

b) Il secondo mazzetto in basso a sinistra è il campo del benessere, del corpo e degli incontri casuali.

c) Il terzo mazzetto in basso a destra è il campo del lavoro e della vita professionale.

d) Il quarto mazzetto in alto a destra è il campo dell’amore e della vita affettiva.

 

Nell’interpretazione, che è chiara ed immediata grazie all’immagine e alla sentenza della Sibilla, si deve anche tener conto che la prima carte di ogni mazzetto (la prima messa dal Consultante) raffigura il presente, ovvero la contemporaneità della situazione, mentre quella posta per ultima, il futuro, ovvero l’evoluzione della situazione.

Molto importanti nella divinazione della Sibilla sono due aspetti fondamentali della carta stessa: l’immagine e il commento scritto. Insieme si completano e pertanto rendono molto facile il compito del Cartomante di dare un significato in relazione al Consultante, alla sua vita e alla posizione che la carta ha nella disposizione. Con la Sibilla si riescono a fare predizioni molto precise e pratiche. Per questo fino a che l’esperienza non ha costruito una certa sensibilità, occorre essere molto pratici nella lettura, anche rischiando di essere testuali. Con il tempo la Sibilla comincerà a comportarsi da amica e attraverso le carte si potranno fare predizioni sorprendentemente acute anche senza bisogno di una domanda specifica.

AVANTI--->

 

Webmiss e realizzazione grafica by MoonLight

sito ottimizzato per una risoluzione grafica di 1024x768